Templates by BIGtheme NET
Home / Autocertificazioni più Ricercate / Autocertificazione DURC: ecco tutto quello che ti serve sapere

Autocertificazione DURC: ecco tutto quello che ti serve sapere

autocertificazione DURC

L’obiettivo di questa guida è quello di fornirvi aiuto e valido supporto su come fare autocertificazione DURC.

 L’acronimo Durc, chiamato anche documento unico di regolarità contributiva, è un documento utilizzato e necessario per i lavori pubblici, per gli appalti e subappalti. Tramite questo documento, si va a valutare la regolarità di tutto ciò che riguarda un’impresa, e la relazione che questa ha con l’INAIL, con l’INPS e con le Casse Edili.

Il Durc, può essere richiesto dalle imprese, dagli enti pubblici direttamente o tramite consulenti. Il documento, dopo controlli e verifiche effettuate dall’INPS, dall’INAIL e dalla Cassa Edile, viene poi consegnato utilizzando l’apposito sportello della Cassa Edile, oppure inviato telematicamente. Nel caso in cui, anche solo uno dei tre enti trova un’irregolarità nel documento, questo sarà considerato negativo.

In questo caso, l’impresa perderà l’appalto, non potrà stipulare contratti subappalto e perderà il diritto di pagamento delle liquidazioni finali. Sempre in caso di negatività, all’impresa verrà sospesa la concessione edilizia.

   

In caso contrario, quando nessun ente trova imperfezioni, irregolarità, il documento viene ritirato presso lo sportello della Cassa Edile, oppure può riceverlo tramite posta; il tempo previsto per ricevere il documento unico di regolarità contributiva è di circa 30 giorni.

In alcuni casi, per quanto riguarda i lavori pubblici, è possibile utilizzare un’autocertificazione per il Durc.

Tale documento però, non può essere utilizzato per i lavori privati, in tal caso bisogna richiederlo come detto precedentemente.

Leggi anche: 

autocertificazione cambio residenza

autocertificazione di morte

autocertificazione codice fiscale

Che cos’è l’autocertificazione Durc e chi può richiederla?

L’autocertificazione o dichiarazione sostitutiva Durc, è un documento che permette al cittadino di certificare senza ricorrere al documento vero e proprio. Questo documento, può essere utilizzato nelle relazioni con le pubbliche amministrazioni, con i gestori di servizi pubblici e con tutti i privati che lo accettano, fatta eccezione per i tribunali.

 

 

Come si fa l’autocertificazione Durc?

Per sostituire il certificato originale, in questo caso specifico il Durc, l’interessato dovrà scaricare, stampare e compilare il modello (lo trovate alla fine dell’articolo) redigendolo in ogni sua parte, firmando e allegando un proprio documento di riconoscimento.

Nella dichiarazione sostitutiva di certificazione DURC è opportuno inserire per prima cosa tutte le informazioni personali che riguardano colui che richiede tale documento, quindi il nome e il cognome, la data e il luogo di nascita, il codice fiscale, la residenza e la via.

Il sottoscritto, successivamente, dichiara di assumersi la responsabilità di quanto certifica, consapevole delle sanzioni penali previste in caso di falsità. Dopo di che, inserirà le informazioni relative all’impresa come il legale rappresentante della società, il titolare della società, la partita iva, e per la sede legale, operativa e l’indirizzo dell’attività, segnare il CAP, il comune, il telefono e l’email.

Il sottoscritto, inserirà anche dati relativi alla durata del servizio, l’importo dell’appalto e il totale degli addetti al servizio. Infine, dichiarerà sotto la propria responsabilità che la ditta è iscritta ed assicurata ai seguenti enti previdenziali quali INPS, INAIL e Cassa Edile. Infine, inserirà il luogo e la data e la firma.

 

 

Autocertificazione DURC, scarica gratis il modulo .doc da compilare

Qui di seguito, qualora ne abbiate bisogno, vi allegheremo il modello dell’autocertificazione DURC, in formato .doc

clicca qui e scarica

Cerca anche

autocertificazione laurea

Autocertificazione di laurea: ecco come in maniera facile e veloce

  In questa guida ci proponiamo di darvi un supporto su come effettuare e redigere ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *