Templates by BIGtheme NET
Home / Giuridiche e penali / Autocertificazione casellario giudiziale: la procedura da seguire

Autocertificazione casellario giudiziale: la procedura da seguire

autocertificazione casellario giudiziale

L’appuntamento di oggi è dedicato a come fare l’autocertificazione del casellario giudiziale.

Il Casellario giudiziale contiene tutte le informazioni relative a provvedimenti giudiziari e amministrativi riferiti ad una persona. E’ uno schedario presente in ogni tribunale ordinario della Repubblica Italiana, avente lo scopo di avere subito tutte le informazioni riguardanti i precedenti penali e civili di ogni cittadino.

Esistono due tipologie di documenti rilasciati dal casellario giudiziario e di questo fanno parte i certificati generali, che contengono sentenze civili e penali, e vengono richieste per uso amministrativo, in caso di adozione, concorsi e volontariato; i certificati penali, o fedina penale, che contiene sentenze passate e i certificati civili, che contengono dichiarazioni di fallimento, sentenze civili passate che attestano precedenti condanne; e i certificati dei carichi pendenti, i quali informano su eventuali procedimenti penali in corso.

   

Il certificato può essere richiesto personalmente dall’interessato oppure delegando qualcuno, dalle pubbliche amministrazioni e dai gestori di servizi pubblici, dalle autorità giudiziarie penali e dal difensore della persona e dal testimone. La richiesta del certificato del casellario giudiziario, viene fatta presso l’ufficio locale del casellario, oppure presso la procura del comune di appartenenza.

Per il certificato viene richiesto una marca da bollo di 3.10 euro, e 14.89 euro per l’importo dell’imposta da bollo che è obbligatoria per il casellario giudiziario civile e generale. Tale certificato può essere sostituito con l’autocertificazione del casellario giudiziale.

Leggi anche:

Autocertificazione carichi pendenti

Che cos’è l’autocertificazione?

L’autocertificazione è un documento che permette, a colui che lo fa, di certificare senza ricorrere al documento originale. E’ importante sapere che le amministrazioni effettuano dei controlli rigidi su tutto ciò che il cittadino dichiara, e in caso di false dichiarazioni, egli viene denunciato dalle autorità giudiziarie.

L’autocertificazione è chiamata anche dichiarazione sostitutiva, ed è possibile ricorrere a questo documento nei rapporti con le pubbliche amministrazioni, gestori di servizi pubblici e i privati che lo concedono ad accezione dei tribunali.

La dichiarazione sostitutiva la possono fare tutti i cittadini facenti parte dell’Unione Europea, i cittadini italiani e quelli dei paesi extracomunitari purché abbiano un permesso di soggiorno regolare, per compilarla dovranno essere maggiorenni o la firma dovrà essere apposta dal genitore o dal tutore legale.

 

 

Cosa prevede il modulo relativo all’autocertificazione del casellario giudiziale?

Nell’autocertificazione del casellario giudiziario è opportuno indicare il nome e il cognome, la data e il comune di nascita, la residenza il numero civico, il numero di telefono, l’email, il cellulare e il codice fiscale. Inoltre, colui che compila il modulo o che fa la dichiarazione deve dichiarare di essere consapevole delle sanzioni penali nel caso di dichiarazioni false e non veritiere, secondo l’articolo 76 del DPR n 445 del 2000.

L’intestatario dichiara di non aver mai riportato condanne penali, di non avere procedimenti penali pendenti e di non essere interdetto dai pubblici uffici, infine dovrà inserire il luogo, la data e la firma.

L’autocertificazione ha semplificato molto le necessita dei cittadini, è molto semplice e veloce, non prevede alcun costo ed autenticazione della firma, può essere consegnata manualmente o inviata insieme ad una copia di un documento di identità.

 

 

Autocertificazione casellario giudiziale: scarica gratis il modulo .doc da compilare

Solitamente si utilizzano dei modelli precompilati, se necessitate di un modello per l’autocertificazione  del casellario giudiziale in formato doc. potrete scaricarlo qui di seguito.

clicca qui e scarica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *