Templates by BIGtheme NET
Home / Reddito e Prima casa / Autocertificazione prima casa: ecco tutto quello che bisogna fare

Autocertificazione prima casa: ecco tutto quello che bisogna fare

autocertificazione prima casa

Innanzitutto, iniziamo col precisare che, per prima casa non s’intende l’abitazione principale, bensì la tassazione di favore prevista al momento dell’acquisto, di successione o di donazione di una casa. In alcuni casi sono previste delle agevolazioni che possono risultare molto utili per il cittadino.

Quali sono le agevolazioni e i requisiti per usufruire di tali agevolazioni?

Le agevolazioni prima casa si possono applicare ad imposte di registro pari al 3%, quando si acquista da un privato o da un’impresa di non costruzioni; l’IVA al 4% quando si acquista direttamente presso una ditta costruttrice, ed infine l’imposta catastale e ipotecaria in caso di donazioni o successioni.

Coloro che sono interessati a tali agevolazioni sono le giovani coppie, le famiglie con un solo genitore e con figli minori, i giovani con un’età inferiore ai 35 anni. I requisiti che bisogna possedere, al momento dell’acquisto, per poter usufruire di tali condizioni sono: non possedere nello stesso comune altri immobili, non essere titolare di altri immobili su tutto il territorio nazionale, l’immobile acquistato non deve appartenere alle categorie ‘di lusso’ ossia A/1, A/8, A/9.

   

Nel caso in cui l’interessato non possiede le condizioni sopra elencate, determina l’applicazione di imposte ordinarie con un sanzione di circa 30% dell’importo non pagato.

Un’altra causa di decadenza dal beneficio è la cessione dell’immobile entro 5 anni dall’acquisto, qualora l’acquirente non provvede entro un anno ad acquistare un altro immobile che diventi casa di abitazione.

E’ possibile richiedere l’agevolazione prima casa, imposta di registro, ipotecaria e catastale usufruendo della dichiarazione sostitutiva di atto notorio. L’autocertificazione, è un documento che permette di sostituire il certificato originale, e può essere utilizzato nelle relazioni con le pubbliche amministrazioni, gestori di servizi pubblici e tutti i privati che lo consentono eccetto i tribunali e le preture. Possono avvalersi dell’autocertificazione tutti i cittadini italiani, quelli che fanno parte dell’Unione Europea, e i cittadini extracomunitari in possesso di un regolare permesso di soggiorno.

 

 

Come può essere stilata l’autocertificazione per la prima casa?

Il documento può essere presentato sia su di un semplice foglio bianco, con relativa firma, sia compilando appositi moduli, i quali possono essere stampati online oppure reperiti presso apposite strutture. E’ importante ricordare che per l’autocertificazione non occorre l’imposta da bollo né la firma autentica.

Quando tale documento, non può essere firmato dal diretto interessato di fronte a colui a cui verrà consegnata, è importante allegare all’autocertificazione la fotocopia di un documento di riconoscimento. Inoltre, secondo l’articolo 76 del DPR 445/2000, coloro che ricorrono all’autocertificazione e dichiarano il falso, ne risponderanno penalmente.

Per quanto riguarda l’autocertificazione prima casa, questa deve essere consegnata all’agenzia delle entrate, presso l’ufficio territoriale. Nel documento, è opportuno inserire prima di tutto i dati dell’interessato quindi nome e cognome, luogo e data di nascita, residenza, provincia, codice fiscale, giorno dell’asta e l’unità immobiliare.

 

 

Successivamente dovrà inserire tutti i dati relativi all’immobile, la sua localizzazione, il comune, il numero civico; dovrà poi chiedere il tipo di agevolazione, dichiarando di essere in possesso di tutti i requisiti che occorrono per tale agevolazione. Infine, dovrà inserire il luogo, la data e la firma.

Autocertificazione per la prima casa: scarica gratis il modulo .doc da compilare

Qui di seguito, qualora ne abbiate necessità, vi allegheremo il modello in formato doc. dell’autocertificazione prima casa.

clicca qui e scarica

Cerca anche

autocertificazione energetica

Autocertificazione energetica: linee guida da seguire

In questa guida procederemo a spiegarvi come fare l’autocertificazione energetica, avendo cura di esporre correttamente ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *